google-site-verification: googleff74cfe325eac358.html

BiomedCorallo della Dott.ssa Viviana Corallo

biomedcorallo@gmail.com

Vai ai contenuti

Gastrite

Visita Nutrizionale



Gli squilibri alimentari sono la prima causa di disturbi e patologie che interessano ed alterano il dialogo tra funzione gastro-intestinale e cervello: sindrome della fatica cronica, malattie infiammatorie dello stomaco e dell'intestino, digestione lenta. Il cibo quindi non deve essere inteso solo in termini di chilocalorie o di costituenti chimici, bensì in termini di relazione psico emozionale, che sta alla base della natura della stragrande maggioranza delle affezioni dell'apparato digerente.

COS'È LA GASTRITE
La gastrite è una patologia che colpisce il 90% degli italiani con una età superiore ai 30 anni. Se si cura la causa dell'acidità, modificando temporaneamente l'alimentazione, è possibile guarire definitivamente sia dalla gastrite che dal reflusso gastro esofageo: basta seguire una terapia medica adeguata e individuare alimenti che consentono la diminuzione dei fastidiosi disturbi che tale patologia comporta.
La gastrite è un processo infiammatorio acuto o cronico della parete gastrica che in genere si presenta in modo subdolo, inducendo il soggetto ad ignorare quei piccoli ma costanti bruciori di stomaco, quel senso di nausea che si presenta alla fine di ogni pasto, durante la notte e in molti casi anche appena svegli, quel fastidioso reflusso che brucia in gola e che porta con se anche l'alitosi.
Solo dopo mesi di reflussi e di bruciori sempre persistenti e dolorosi ci si rende conto che questi disturbi sono più seri di quello che si credeva e che il pensiero che sarebbero andati via da soli nei giorni successivi, è solo un utopia. Tale comportamento favorisce la cronicizzazione della malattia cosicché i disturbi apparentemente sopportabili e di poco conto si trasformano in vera patologia.
QUALI SONO I SINTOMI E LE CAUSE DELLA GASTRITE
La gastrite ha una sintomatologia ben riconoscibile:
i sintomi più frequenti e fastidiosi, non sempre presenti contemporaneamente, sono il reflusso gastroesofageo, l' acidità (che spesso il cervello interpreta come "sensazione di stomaco gonfio"); la digestione lenta e laboriosa con eruttazione acida ed alito cattivo; il sapore amaro in bocca; il bruciore di stomaco; dolore e pesantezza nella zona intorno allo sterno con conseguente affanno a volte seguito da vomito e nausea.
Le cause della gastrite sono molteplici, ma in generale si parla sempre di alimentazione errata e di stress: mangiare alimenti sbagliati con tempistiche sbagliate provoca un alto livello di acidità anomala capace di provocare anche altri disturbi come le coliti e la degenerazione delle corde vocali.
Molto interessante è la correlazione tra la gastrite e alcune forme di labirintite, sordità, ernia iatale, alcune tipologie di asma e di tachicardie; un sintomo molto frequente e spesso sottovalutato, specialmente nelle persone sovrappeso o obese, è la mancanza di fiato e la stanchezza repentina per esempio dopo aver salito pochi scalini.
La gastrite infatti tende a gonfiare molto la bolla gastrica causando quindi una difficoltà di respirazione a livello bronchiale, fino ad arrivare a crisi di asma.
A COSA VA IN CONTRO UN SOGGETTO CHE SOFFRE DI GASTRITE
Inizialmente il fenomeno può essere occasionale, quando il danno aumenta la patologia può diventare cronica ed evolvere in situazioni più gravi quali dispepsie da reflusso, ulcera gastrica e coliti.
COME INTERVENIRE
Un buon stile di vita in generale e un corretto stile dietetico in particolare giocano un ruolo di primaria importanza nella prevenzione e nella cura della patologia in questione; molto spesso infatti, soprattutto nelle forme di tipo acuto, le cause della gastrite sono da ricercarsi proprio in uno stile alimentare inadeguato. Le forme croniche possono avere origini di tipo diverso anche se, ovviamente, le indicazioni dietetiche rimangono le stesse. E' importante capire le cause della gastrite e individuare quei fattori di rischio che ne inducono la comparsa (es. assunzione di alcuni farmaci, l'abuso di sostanze quali caffeina, alcool, stile di vita poco sano) al fine di modificarle.
La gastrite appartiene ad una categoria di patologie per cui va descritta un piano alimentare personalizzato che riduca la secrezione acida dello stomaco ed eviti la distensione meccanica eccessiva della parete gastrica. E' chiaro che l'alimentazione debba quindi costituire parte integrante della cura del paziente affetto da gastrite.
Seguire una terapia nutrizionale personalizzata per la gastrite significa mangiare alimenti che sono adatti a proteggere lo stomaco già infiammato e irritato a causa della gastrite così da evitare che il disturbo possa peggiorare e divenire invalidante anche in relazione ai pasti.
Con il piano alimentare personalizzato riusciremo a prendere di petto la causa dei vostri disturbi, andando verso la risoluzione del problema.
Non vi sarà chiesto di smettere le cure mediche già prescritte in precedenza, non andremo infatti a interferire con nessun farmaco di alcun genere.
Potrete quindi continuare in assoluta tranquillità la cura del vostro medico di fiducia, vi inviterò solo a fargli presente della vostra nuova situazione quando avrete raggiunto lo stato di salute desiderato e in modo da poter chiedere se è il caso di andare avanti con i medicinali o no.
L'osservanza di particolari norme comportamentali che saranno fornite in associazione ad un piano alimentare personalizzato che tenga conto delle esigenze nutrizionali specifiche di ciascun paziente sofferente del disturbo gastrico, contribuirà a mantenere sotto controllo la produzione di acido gastrico da parte dello stomaco e ad evitare recidive.

COS' E' IL COLON IRRITABILE
La sindrome del colon irritabile, patologia di cui non si conosce ancora la causa scatenante, colpisce il piccolo ed il grosso intestino ed il pavimento pelvico ovvero la parte bassa dell'addome.
QUALI SONO I SINTOMI DEL COLON IRRITABILE
I sintomi più comuni sono dolore e gonfiore addominale, diarrea o stipsi e talvolta espulsione di muco. A questi sintomi si associano alitosi, bruciore in bocca, cattiva digestione, senso di pienezza dello stomaco dopo i pasti.

COME INTERVENIRE
Anche se la componente psicosomatica sembra avere una forte incidenza nello scatenare i sintomi correlati a tale patologia un piano dietetico personalizzato aiuta sicuramente a ridurre in maniera considerevole tali disturbi. La dieta per il colon irritabile varia da individuo ad individuo in quanto dipende dai sintomi che i soggetti presentano. Potrà essere quindi elaborata solo dopo aver escluso che tale sintomatologia sia attribuibile a cause organiche (es. diverticoli) ed aver verificato se il soggetto soffre di stipsi o diarrea o alvo alterno a stitichezza e diarrea.

GAS INTESTINALI
La presenza di gas intestinali è nota con il termine di meteorismo, disturbo dell'intestino che determina segni visibili a livello dell'addome.
QUALI SONO I SINTOMI E LE CAUSE DEL METEORISMO INTESTINALE
Le cause del meteorismo possono essere molteplici: eccessiva fermentazione dei cibi nell'intestino, eccessiva introduzione di aria attraverso la deglutizione, ristagno fecale, patologie che ostacolano l'assorbimento dei gas intestinali, alterazioni della circolazione sanguigna nell'intestino.
Pancia gonfia, addome teso e gas intestinale che causa flatulenza, ruttazione frequente e dolori al termine del pasto sono i sintomi tipici del fenomeno del meteorismo instestinale.

COME INTERVENIRE

Per contrastare la formazione di aria nello stomaco e nell'intestino è possibile attuare semplici accorgimenti nella dieta evitando alcuni cibi flatogeni e privilegiandone altri che possono essere invece di valido aiuto nel combattere l'eccessiva produzione di gas intestinale. La dieta influisce considerevolmente sul fenomeno del meteorismo intestinale e grazie ad alcune strategie sarà anche possibile inserire qualche cibo flatogeno di cui non se ne può fare a meno.


La Menopausa

Corsi di Educazione Nutrizionale


DIETA


Visita nutrizionale a domicilio


DIABETE ED ALIMENTAZIONE


Percorso Benessere


IPERTENSIONE ED ALIMENTAZIONE


Cosè lo stile di vita


DISTURBI DIGESTIVI


DISLIPIDEMIE ED ALIMENTAZIONE


Test


ALLERGIE ED INTOLLERANZE ALIMENTARI


Home Page | Chi sono | Contatti | Dove ricevo | Dieta Mediterranea | Stagionalità nel Piatto | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu