google-site-verification: googleff74cfe325eac358.html

BiomedCorallo della Dott.ssa Viviana Corallo

biomedcorallo@gmail.com

Vai ai contenuti

obesità infantile

Visita Nutrizionale



CAUSE DELL'OBESITÀ INFANTILE
L'obesità è il risultato di diversi fattori più o meno evidenti e più o meno presenti a seconda del soggetto.
Fattori genetici
L' avere uno o entrambi i genitori obesi è il fattore di rischio più importante per la comparsa dell'obesità in un bambino.
Fattori Psicologici
Spesso le madri stimolano il bambino a nutrirsi in modo eccessivo, convinte del fatto che un bambino " in carne" , sia sinonimo di benessere psico-fisico. In realtà è una condizione patologica che può determinare molte complicanze. Anche traumi emotivi e disadattamento sociale possono favorire l'insorgere e il persistere dell'obesità. Conseguenza dell'aumento di peso nel bambino può essere lo sviluppo di un disagio psicologico che può contribuire all'instaurarsi di un Disturbo del Comportamento Alimentare in età adulta, per la bassa autostima riscontrata nei bambini obesi.
Sedentarietà
Ore trascorse davanti a tv, computer, videogiochi, che lasciano poco spazio al movimento spontaneo e ai giochi, accudimento talvolta carente rimpiazzato da cibo e televisione, comportamenti alimentari familiari scorretti , portano al risultato che oggi conosciamo.





Abitudini alimentari familiari scorrette
Le abitudini alimentari apprese da piccoli, hanno un considerevole impatto sullo stato di salute a lungo termine dei bambini , che imparano ad alimentarsi in base alle regole e alle abitudini della famiglia, e che al loro volta trasmetteranno ai propri figli. Perché ai bambini spesso non piacciono cibi come frutta , verdura o legumi ? Perché i bambini li scartano a priori, preferendo alimenti più gustosi, ma a volte troppo ricchi in calorie e grassi o perché in famiglia non sono consumati perché poco preferiti. Spesso i genitori si rassegnano ai capricci dei propri figli e finiscono per assecondarli, ma è proprio in questi casi che devono imporsi, al fine di far apprendere, sin da piccoli, uno schema alimentare corretto ed equilibrato.

CONSEGUENZE DELL'OBESITA'INFANTILE

La prevalenza di obesità è aumentata nel corso degli ultimi tre decenni, nei bambini e negli adulti. Quando l'obesità si sviluppa nell' infanzia, l'eccesso di adiposità continua negli anni a venire. Tale tipo di obesità ad esordio infantile è spesso più grave con conseguenze che possono presentarsi a breve termine (precoci) e a lungo termine (tardive).
CONSEGUENZE PRECOCI

Le più frequenti sono rappresentate da problemi di tipo respiratorio (affaticabilità, apnea notturna), di tipo articolare, dovute al carico meccanico (varismo/valgismo degli arti inferiori, ossia gambe ad arco o ad "X", dolori articolari, mobilità ridotta, piedi piatti), disturbi dell'apparato digerente, disturbi di carattere psicologico. Quest'ultimo punto è particolarmente delicato in quanto i bambini grassottelli possono sentirsi a disagio e vergognarsi, fino ad arrivare ad un vero rifiuto del proprio aspetto fisico; spesso sono bambini derisi, vittime di scherzi da parte dei coetanei e a rischio di perdere l'autostima e sviluppare un senso di insicurezza, che li può portare all'isolamento (escono meno di casa, stanno più tempo davanti alla televisione, instaurando un circolo vizioso che li porta ad una iperalimentazione reattiva).

CONSEGUENZE TARDIVE

Oltre ad avere una maggiore predisposizione al sovrappeso/obesità, la persona che è stata cicciottella da piccola, risulta maggiormente esposta a patologie, soprattutto di natura cardiocircolatoria (ipertensione arteriosa, coronaropatie), muscoloscheletrica (insorgenza precoce di artrosi dovuta all'aumento delle sollecitazioni statico-dinamiche sulle articolazioni della colonna e degli arti inferiori, più soggette al carico), conseguenze di tipo metabolico (diabete mellito, ipercolesterolemia), disturbi alimentari fino allo sviluppo di
tumori del tratto gastroenterico. Da non sottovalutare le conseguenze di tipo psicologico, che possono trascinarsi ed amplificarsi negli anni. Il disturbo può arrivare a stravolgere la vita del soggetto e i suoi rapporti sociali: si comincia col rifiutare gli inviti degli amici fino a chiudersi in se stessi, vittime del proprio problema, che sembra senza via di uscita.
LE SOLUZIONI DA ADOTTARE
PRIMA REGOLA: PREVENIRE
Se il piccolo tende ad aumentare di peso, occorre intervenire subito, senza aspettare che ingrassi troppo. Non esistono regole rigide, né ricette infallibili, basta adottare semplici accorgimenti comportamentali; soprattutto, una volta sensibilizzati al problema, i genitori non devono mai abbassare la guardia.

SE IL BAMBINO È GIÀ GRASSOTTELLO
Quando i chili di troppo sono già evidenti occorre adottare ulteriori misure, rivolgendosi ad esperti nel settore nutrizionale capaci di predisporre un intervento mirato, anche se saranno i genitori ad avere il ruolo più importante. La consapevolezza del danno che l'obesità può arrecare alla salute del proprio figlio deve, infatti, far riflettere i genitori e portarli ad sradicare comportamenti alimentari e abitudini scorrette consolidate nel tempo. Può essere un compito arduo, ma non impossibile!
PREVENIRE L'OBESITA' INFANTILE : SI PUO' E SI DEVE
Prima cosa fondamentale è che i genitori siano consapevoli che un bambino obeso sarà un adulto obeso, con tutte le conseguenze negative sulla salute, in modo da collaborare con gli specialisti del settore, al fine di prevenire o debellare l'obesità infantile.
Il mio ruolo è quello di far capire al PICCOLO PAZIENTE, mediante colloqui di educazione alimentare, che " Chi mangia bene da bambino, mangerà bene anche da grande" e che "Un'alimentazione varia ed equilibrata è particolarmente importante per l'organismo in crescita"
E' Infatti a questa età che si acquisiscono le abitudini alimentari che persisteranno per tutta la vita. I bambini ed i ragazzi, lasciati liberi di decidere, tendono invece a seguire una dieta monotona e a preferire alimenti molto saporiti, aromatizzati o comunque dal gusto molto forte. Per questo, in genere, consumano molti dolciumi e merendine, fritture e prodotti da fast-food, il tutto "annaffiato" da bibite gassate. Queste abitudini andranno, grazie alla mia consulenza, scoraggiate mentre andrà incoraggiato un maggiore consumo di frutta, verdura e legumi.
Abituare i bambini ed i ragazzi a una dieta variata e a sapori più tenui e semplici è il modo più efficace per mantenere corrette abitudini alimentari, anche nell'età adulta.

La Menopausa

Corsi di Educazione Nutrizionale


DIETA


Visita nutrizionale a domicilio


DIABETE ED ALIMENTAZIONE


Percorso Benessere


IPERTENSIONE ED ALIMENTAZIONE


Cosè lo stile di vita


DISTURBI DIGESTIVI


DISLIPIDEMIE ED ALIMENTAZIONE


Test


ALLERGIE ED INTOLLERANZE ALIMENTARI


Home Page | Chi sono | Contatti | Dove ricevo | Dieta Mediterranea | Stagionalità nel Piatto | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu